Carlo Goldoni
Componimenti poetici

SONETTI SACRI

PREDICA XXIX   Delli beni mondani. Li beni mondani sono

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

PREDICA XXIX

 

Delli beni mondani.

Li beni mondani sono

 

1 Nel suo principio, cagion di rapina.

2 Nel suo progresso, radice d’orgoglio.

3 Nel suo effetto, fomento di corruttela.

 

SONETTO

 

Apransi (Dio dirà nel giorno estremo)

E gli erari, e gli archivi, onde si veda,

Come tante ricchezze ognun posseda.

Ahimè, quante rapine allor vedremo!

Tal che, ripien d’orgoglio, a Dio supremo

Sembra che altero in maestà non ceda,

Scoprirà allor quell’insidiosa preda,

Onde de’ meschinei fe’ scempio estremo.

Infelice colui che fa dell’oro

Il suo nume diletto, e mai non sente

Sazia di conquistar l’ingorda brama!

Ma Felice colui, che al sol decoro

Del suo stato provede, e giustamente

I poveri di Cristo a parte chiama!

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License