Carlo Goldoni
Componimenti poetici

POESIE IN LINGUA E IN DIALETTO COMPOSTE IN FRANCIA (1763 1793)

CANTATA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

CANTATA

 

Sacro nume di Pindo,

Tu che l’anime accendi

Di canora armonia, tu che rischiari

De’ mortali la mente,

Gran lume onnipossente,

Degli uomini conforto e degli dei,

Presta orecchio pietoso ai voti miei.

Della Senna in su le sponde,

Tua delizia e tuo decoro,

Non negarmi il verde alloro

Che desio di meritar.

Rammenta, o biondo dio,

Quanti del sudor mio divoti pegni

Ottenesti finor. Vegliai le notti

Per offrirti gl’incensi. A te in tributo

I più bei della mia vita io diedi;

E qual ebbi da te grazie o mercedi?

Questo dono or ti chiedo,

Sia grazia, o sia mercé.  Fa che un tuo raggio

Rischiari il mio talento,

Fa ch’io piaccia a Parigi, e son contento.

Ah, che dal ciel discende

Raggio d’immortal luce;

Sento de’ vati il duce

Che mi favella al cor.

Tieni, mi dice, e spera.

Qui di clemenza è il regno;

Renditi d’onor degno,

E ti prometto onor.

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License