Carlo Goldoni
I portentosi effetti della madre natura

ATTO PRIMO

SCENA OTTAVA   Celidoro solo

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA OTTAVA

 

Celidoro solo.

 

 

Dove son? dove vado? ove m'aggiro?

Sono libero alfine, alfin respiro.

Questo ciel, questa terra e questo verde

Non l'ho veduto mai;

Quel che mondo si chiama, è bello assai.

Giove m'ha fatto grazia

Di rompere la torre e fracassarla.

Quel vecchio disgraziato,

Che mi tenea serrato, se lo trovo

Lo voglio stritolare...

Ma è quello che mi porta da mangiare.

Eh, adesso da mia posta

Trovarmene saprò... Ma dove? e come?

Non so dove mi sia,

E d'uscire trovar non so la via.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License