Carlo Goldoni
Il povero superbo

ATTO PRIMO

SCENA DODICESIMA   Pancrazio, Madama e Dorisbe

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DODICESIMA

 

Pancrazio, Madama e Dorisbe

 

MAD.

Oh che pazzo galante!

DOR.

Con vostra buona grazia, io vado un poco

Nell'orto a divertirmi.

Se vuol, venga madama a favorirmi.

MAD.

Resto un poco a parlare

Col caro sior Pancrazio.

DOR.

Ebben, restate:

Gradita certo compagnia gli fate.

 

Al garrir de' lieti augelli,

Al soffiar de' venticelli

E dell'onde al mormorio,

La sua pace il petto mio

Forse forse troverà.

Il mio dolce amato bene,

Di vedermi colla speme,

Tra le piante e tra i fioretti

Dolci affetti porterà. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License