Carlo Goldoni
Il povero superbo

ATTO PRIMO

SCENA QUATTORDICESIMA   Madama sola

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUATTORDICESIMA

 

Madama sola.

 

 

Con che delicatezza

M'ha detto i fatti suoi! Questo mi basta.

Or convien con giudicio

Usar ogni artificio

Acciò quel scimunito

Diventi a suo dispetto mio marito.

Un uomo smemoriato

A una moglie sagace

È un buon medicamento,

Quando lo sa girare a suo talento.

 

Se siamo fanciulle,

Abbiamo cento occhi

Perché non ci tocchi

Ardito amator.

Se vedove siamo,

Cent'occhi troviamo

Disposti a osservare

Gli affetti del cuor.

Ma questa ricetta

È sempre perfetta,

Legarsi ad un vecchio

Già stanco d'amor.

A letto va presto,

Ne sorte ben tardi,

E lascia frattanto

A noi libertà.

D'un vecchio legame

Piacere più bello

Inver non si . (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License