Carlo Goldoni
La pupilla

ATTO PRIMO

SCENA SECONDA   Panfilo solo

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SECONDA

 

Panfilo solo.

 

 

Maraviglia non è dunque, se un giovane

Sia innamorato; ché i vecchi medesimi

S'innamorano anch'essi, e il mio dolcissimo

Padrone, a cui donato ho per far grazia

Dieci anni almeno, anch'ei sotto le ceneri

Del bianco crine per amore abbrugiasi.

A dir il ver, mi fa pietade, e massime

Perch'è sì buono, ed il suo cuor confidami,

E mi vuol sì gran ben, che tutti dicono

Cose che il nome di mia madre oltraggiano.

Ma comunque ciò siasi, ogni possibile

Vuò far, per contentarlo. Ecco qui Placida;

Esser può questa la sicura ed ottima

Spia del cuor della figlia, poiché sogliono

Confidar tutto le padrone giovani

Alle lor serve, ed esse le consigliano.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License