Carlo Goldoni
La pupilla

ATTO PRIMO

SCENA SESTA   Caterina sola

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SESTA

 

Caterina sola.

 

 

Sento che il cuor tal confusione ingombrami,

Che mai non ebbi turbamento simile

A quel ch'io provo. Se il mio ciglio incontrasi

Del tutor con il ciglio, o torbo o timido,

Chi mi assicura che tremar non veggami

Per tante strane e sì confuse immagini?

Lo sfuggirò! Ma se mi cerca? Oh Placida,

Che mai dicesti? Ah, che m'intesi all'anima

Le tue parole penetrar. Già sentomi

Un non più inteso palpitar, che scuotere

Mi fa le membra. Oimè, più non mi reggono

Le piante. Dove sei? Dove sei, Placida?


 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License