Carlo Goldoni
Il ricco insidiato

ATTO PRIMO

SCENA QUINTA   Bigolino e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUINTA

 

Bigolino e detti.

 

BIG.

Signore, un galantuomo per lei sta qui di fuora.

CON.

Verrà donna Felicita?

BIG.

Verrà, disse, fra un'ora.

CON.

Chi è quel che or mi domanda?

BIG.

Onofrio Malacura,

Che dee comunicargli qualcosa di premura.

CON.

È un galantuom?

BIG.

Sì certo.

CON.

Che venga.

BIG.

Signor sì.

(In grazia di uno scudo si ha da parlar così). (da sé)

CON.

Onofrio Malacura lo conoscete voi? (a Riccardo)

RIC.

Non so chi sia. Vi lascio; ci rivedremo poi.

Vado a tentar la sorte.

CON.

Dove?

RIC.

Al caffè vicino.

Vo veder se mi riesce di vincere un zecchino.

Tosto che siete libero, venitemi a trovare.

Già il loco lo sapete. V'insegnerò a puntare.

Ci tratterremo un poco; poscia ne andremo in piazza;

Vo' farvi questa mane vedere una ragazza

Bella, bionda, garbata, sul fior di giovinezza.

Eh! che donna Felicita! vedrete una bellezza. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License