Carlo Goldoni
Il ricco insidiato

ATTO TERZO

SCENA SECONDA   La Contessina Livia

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SECONDA

 

La Contessina Livia

 

LIV.

Pur troppo si è scoperto, che ogni mia pretensione

Era attaccata a un filo di debole ragione;

E cauto don Emilio crede miglior consiglio

Di evitar con prudenza di perdere il periglio.

Andar più dolcemente convien con mio germano,

Vincerlo con i modi di un trattamento umano.

L'arte usar di coloro, che sin dal primo giorno

A lui con artifizio si posero d'intorno.

Cercar d'allontanarlo dai falsi amici e rei,

Difendere i suoi beni, e migliorare i miei.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License