Carlo Goldoni
Il mondo alla roversa

ATTO SECONDO

SCENA SETTIMA   Rinaldino solo.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SETTIMA

 

Rinaldino solo.

 

 

Ah pur troppo egli è ver! Parole e sguardi,

Che rendono gli amanti

Schiavi della beltà, son tutt'incanti.

Ma come, oh Dio! ma come

Scioglier potrei dal cuore

L'amorosa catena?

La libertà mi sembrerebbe or pena.

Quando un cor si compiace

Dell'amorosa face,

facile non è mirarla spenta;

Liberarsene affatto invan si tenta.

 

Nocchier che s'abbandona

In seno al mare infido,

Quando lo brama, al lido

Sempre tornar non può.

Nel pelago amoroso

Resta l'amante assorto,

Né più ritrova il porto,

Da dove si staccò. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License