Carlo Goldoni
Il mondo alla roversa

ATTO TERZO

SCENA TERZA   Rinaldino e Ferramonte

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA TERZA

 

Rinaldino e Ferramonte

 

FERR.

Io rido come un pazzo

A veder queste femmine umiliate

Venir con un pochino di vergogna,

Come le cagnoline di Bologna.

RIN.

Amo Tullia, e se posso

Sperar d'averla in preda

Senza far onta al mio viril decoro,

Acquistato il mio core avrà un tesoro.

FERR.

Sì, ma badate bene

Che poi, a poco a poco,

Non vi faccia la donna un brutto gioco.

 

Le donne col cervello

La sogliono studiar.

Principiano bel bello

Coi vezzi ad incantar;

E quando l'uomo han preso,

E quando l'hanno acceso,

Si gonfiano,

S'inalzano,

E voglion comandar. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License