Carlo Goldoni
Lo spirito di contradizione

ATTO QUARTO

SCENA SESTA   La Signora Dorotea e il  Conte Alessandro

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SESTA

 

La Signora Dorotea e il  Conte Alessandro

 

DOR.

Non mi credeva mai di sofferir dal Conte,

Dopo le sue promesse, tanti dispregi ed onte.

CON.

Come! io disprezzarvi? Io, che per l'onor vostro

Con il maggiore impegno sollecito mi mostro?

DOR.

Bella sollecitudine per l'onor mio, signore,

Farmi coprire il volto di un livido rossore?

CON.

Arrossiste a' miei detti?

DOR.

Pur troppo io mel rammento.

CON.

Permettete da questo ch'io formi un argomento:

Donna saggia qual siete, che la ragion capisce,

Quando conosce il torto, si pente ed arrossisce.

Peggio per voi, se ai colpi della mia lingua ardente

Aveste riserbato l'orecchio indifferente.

Se i giusti miei rimproveri a voi recaron duolo,

Se punger vi sentite, con voi me ne consolo.

Segno egli è manifesto di nobile virtù,

Che vuol perfezionarsi nel bene ancora più.

Ed io che vi conosco, che vi amo e vi rispetto,

Desidero che siate senz'ombra di difetto.

DOR.

Ho dei difetti adunque.

CON.

Parmi ne abbiate uno. (con rispetto)

DOR.

Qual sarà?

CON.

La credenza di non averne alcuno. (come sopra)

DOR.

Conte, ve lo protesto, se altri ciò mi dicesse,

Vorrei che un'altra volta a dirlo non giungesse.

Ma voi mi avete vinto lo spirito in tal modo,

Che credere mi è forza, se ragionare io v'odo.

Ecco ch'io vi ho voluto svelar la verità,

Per prova manifesta di mia sincerità:

Certa che generoso, che amabile qual siete,

Di mia condescendenza giammai vi abuserete;

Fidandomi di voi, sperando all'occasione

Che abbiate a sostenere voi pur la mia ragione.

CON.

Sì certo, vi protesto che in me ritroverete

Alla ragion lo scudo, quando ragione avrete.

E poiché ragionevole vi spero a tutte l'ore,

Sarò dei dritti vostri perpetuo difensore.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License