Carlo Goldoni
Il ritorno dalla villeggiatura

ATTO PRIMO

Scena Ottava. Leonardo e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Ottava. Leonardo e detti

 

LEONARDO: (Come! Guglielmo qui? Appena giunta Giacinta).

BRIGIDA: (Ecco il signor Leonardo. E questo diavolo di Guglielmo non ha voluto andarsene).

LEONARDO: Dov'è la signora Giacinta? (A Brigida.)

BRIGIDA: È di col suo signor padre. (A Leonardo.)

GUGLIELMO: Amico. (Salutando Leonardo.)

LEONARDO: Schiavo suo. (A Guglielmo, bruscamente.) Domandatele se mi è permesso di riverirla. (A Brigida.)

BRIGIDA: Sì, signore, la servo. Perdoni: Paolino non è ancor ritornato?

LEONARDO: No, non è ancor ritornato.

BRIGIDA: Compatisca. Quando ritornerà?

LEONARDO: Volete andare, o non volete andare?

BRIGIDA: Vado, vado. (Oh! quest'è bella! Preme anche a me quanto possa premere a loro). (Parte.)

LEONARDO: Siete molto sollecito a venir a complimentare la signora Giacinta.

GUGLIELMO: Fo il mio dovere.

LEONARDO: Non siete né sì attento, né sì polito verso la vostra sposa.

GUGLIELMO: Favorite dirmi in che cosa ho mancato.

LEONARDO: Non mi fate parlare.

GUGLIELMO: Se non parlerete, sarà impossibile ch'io vi capisca.

LEONARDO: L'avete veduta la signora Giacinta?

GUGLIELMO: Non signore. Volea riverirla, e non mi è stato ancora permesso. A voi non sarà negato l'accesso; onde vi supplico, col mezzo vostro, far ch'io possa esercitar con lei il mio dovere.

LEONARDO: Signor Guglielmo, quando pensate voi di concludere le nozze con mia sorella?

GUGLIELMO: Caro amico, io non credo che un matrimonio fra due persone civili s'abbia a formare senza le debite convenienze.

LEONARDO: Ma perché intanto si differisce di sottoscrivere il nuzial contratto?

GUGLIELMO: Questo può farsi qualunque volta vi piaccia.

LEONARDO: Facciamolo dentro d'oggi.

GUGLIELMO: Benissimo...

LEONARDO: Favorite di andar dal notaro a renderlo di ciò avvisato.

GUGLIELMO: Bene. Andrò ad avvisarlo.

LEONARDO: Ma andate subito, se lo volete trovare in casa.

GUGLIELMO: Sì, vado subito. Vi prego di pormi a' piedi della signora Giacinta; dirle ch'era venuto per un atto del mio rispetto. (Convien dissimulare. Non son contento s'io non le parlo ancora una volta). (Parte.)

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License