Carlo Goldoni
La vedova spiritosa

ATTO PRIMO

SCENA NONA   Don Berto e don Isidoro

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

Don Berto e don Isidoro.

 

BER.

Sentiste mia nipote? Per dirla, io non vorrei...

ISI.

Di tante impertinenze offendermi dovrei.

Ma sono amico vostro, e per quei pochi

Ch'ella con voi rimane...

BER.

Non verrete più qui?

ISI.

Anzi, per amor vostro venire io vi prometto.

Verrò per l'amicizia, verrò per suo dispetto.

Gli amici si conoscono nelle occasioni, e spero

Che ora conoscerete se sono amico vero.

Ad onta de' strapazzi e degl'insulti suoi,

Saldo, costante e fido vengo a pranzar con voi.

BER.

Meco verrà a pranzare per atto di amicizia.

Parmi in un tal discorso che non vi sia malizia.

Se ascolto lui, mi appaga. Se lei, dice benone.

Sempre chi parla l'ultimo, mi par che abbia ragione. (parte)



Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License