Carlo Goldoni
I rusteghi

ATTO PRIMO

Scena Ottava. Marina e Simon

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Ottava. Marina e Simon

 

MARINA Vardè che sesti! cossa voleu, che el diga quel putto!

SIMON Lo savè pur el mio temperamento. In casa mia voggio la mia libertà.

MARINA Che intrigo ve dàvelo mio nevodo?

SIMON Gnente. Ma no voggio nissun.

MARINA Perché no andeu in te la vostra camera?

SIMON Perché voggio star qua.

MARINA In verità, che sé caro. Aveu mandà la spesa?90

SIMON Siora no.

MARINA No se disna ancuo?91

SIMON Siora no. (più forte)

MARINA No se disna?

SIMON Siora no.

MARINA Ghe mancarave anca questa, che andessi in collera anca col disnar.

SIMON Za, chi ve sente vu, mi son un strambo, un alocco.

MARINA Ma ancuo perché no se disna?

SIMON Perché avemo da andar a disnar fora de casa.

MARINA E mel disé co sta bona grazia?

SIMON Me vegnir suso el mio mal.

MARINA Caro mario, compatìme, gh'avè un natural, che de le volte rabia.

SIMON No lo cognosseu el mio natural? Co lo cognossé, cossa feu ste scene?

MARINA (Ghe vol una gran pazienzia). Dove andémio a disnar?

SIMON Vegnirè con mi.

MARINA Ma dove?

SIMON Dove, che ve menerò mi.

MARINA Per cossa no voleu, che lo sappia?

SIMON Cossa importa, che lo sappiè? Coco vostro mario, no stè a cercar altro.

MARINA In verità, me parè matto. Bisogna ben che sappia dove che s'ha da andar, come che m'ho da vestir, che zente ghe . Se ghe suggizion, no voggio miga andar a farme smatar.

SIMON Dove, che vago mi sé segura, che no ghe suggizion.

MARINA Ma con chi andémio?

SIMON Vegnirè con mi.

MARINA Mo la mo curiosa lu!92

SIMON Mo la curiosa seguro.

MARINA Ho da vegnir senza saver dove?

SIMON Patrona sì.

MARINA Muème el nome93 se ghe vegno.

SIMON E vu resterè a casa senza disnar.

MARINA Anderò da mio cugnà94 Maurizio.

SIMON Sior Maurizio vostro cugnà anderà a disnar dove che anderemo nu.

MARINA Ma dove?

SIMON Vegnì con mi, che lo saverè. (parte)

 

 





p. -
90 S'intende il bisognevole per il pranzo.



91 Non si pranza oggi?



92 Questo lu una certa forza all'espressione, che non si può tradurre.



93 Cambiatemi il nome.



94 Cognato.



Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License