Carlo Goldoni
La serva amorosa

ATTO SECONDO

Scena Nona. Ottavio e Beatrice

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Nona. Ottavio e Beatrice

 

Beatrice: Perfida Corallina! me la pagherai.

Ottavio: Cuor mio, non andate in collera.

Beatrice: Sentite la vostra cara Corallina? La vostra serva fedele?

Ottavio: Via, siate buonina.

Beatrice: Le farò fare uno sfregio.

Ottavio: Sì, cara, sì, quietatevi.

Beatrice: Lasciatemi stare, non mi seccate.

Ottavio: Via, che farò testamento.

Beatrice: Quando?

Ottavio: Questa sera.

Beatrice: Ah! tutti mi vogliono male.

Ottavio: Ma io vi voglio bene.

Beatrice: Lo vedremo.

Ottavio: Vi lascierò erede di tutto.

Beatrice: Me lo sarò guadagnato questo poco di bene.

Ottavio: Ma non intendo già di morire per ora.

Beatrice: Corallina indegna!

Ottavio: Siamo da capo.

Beatrice: Voglio farla pentire de suoi maneggi; e se non giovano le minacce, metterò in opra i fatti. (parte)

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License