Carlo Goldoni
Sior Todero brontolon

ATTO PRIMO

Scena Nona. Meneghetto e dette

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Nona. Meneghetto e dette

 

MENEG. Patrone mie riverite.

MARC. Serva umilissima.

FORT. Védela, sior zerman? Questa xe siora Marcolina, mare de siora Zanetta, che sarà la so sposa.

MENEG. Confesso non esser degno de sta fortuna. Son pien de debito con siora zermana, che s'ha compiasso de procurarme sto onor; e poderò chiamarme felice, se arriverò a meritarme el so benigno compatimento.

MARC. Veramente la fortuna xe mia d'aver un zenero cussì cortese, e sarà fortunada mia fia d'aver un sposo cussì gentil e compito.

MENEG. La prego. (vuol prender la mano a Marcolina per baciargliela)

MARC. Cossa fala?

MENEG. La supplico. (come sopra)

MARC. Non la s'incomoda.

MENEG. La permetta un atto del mio rispetto, e la se degna de acettarme, no solamente per zenero, ma per fio.

MARC. (Propriamente el me intenerisse).

FORT. Séntela, siora Marcolina? Cossa gh'oggio ditto?

MARC. Certo el xe pien de spirito e de bona grazia.

MENEG. La prego de no confonderme con troppa bontà.

MARC. Me despiase che mia fia... se volemo, gh'ha del talento, ma no la xe gnancora... come sarave a dir, desmissiada.

MENEG. Eh, la xe zovene, avezza a star retirada; le idee xe ancora confuse; col tempo le se svilupperà.

FORT. Oh sì, la gh'averà un bon maestro; la se farà.

MARC. La senta. Bona la xe certo. Per bona ghe la dago e ghe la mantegno.

MENEG. Co la xe bona, de più no saverave desiderar. Cossa ghe xe de meggio a sto mondo della bontà, della pase, della bona armonia?

MARC. (Oh! siestu benedetto. Parlo quell'alocco de mio mario?)

FORT. Mo via, siora Marcolina, la ne fazza sta grazia, la lassa che riverimo siora Zanetta.

MARC. Zanetta, vien de qua, fia mia.

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License