Carlo Goldoni
Lo scozzese

ATTO TERZO

SCENA QUINTA   Fabrizio e detto

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUINTA

 

Fabrizio e detto.

 

FABR. Signore, ecco qui le chiavi: se non andava io, non si trovavano.

CON. Andiamo. (s'alza) Ditemi: conoscete voi milord Murrai?

FABR. Sì, signor, lo conosco. Viene qui da noi qualche volta.

CON. Viene da voi? Per qual fine?

FABR. Vi dirò: è l'unica persona, cui ammette alla sua conversazione la forestiera che abita in quelle stanze.

CON. (Ah! destino, dove mi hai tu condotto?)

FABR. Per altro lo riceveonestamente...

CON. Andiamo. Avvertite ch'io non voglio veder nessuno.

FABR. Per conto mio non temete.

CON. A milord Murrai non direte mai, che fu da me nominato.

FABR. Non vi è pericolo.

CON. (Ah! l'occasione potrebbe farmi precipitare). Vien qualcheduno. Partiamo. (parte con Fabrizio)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License