Carlo Goldoni
Lo scozzese

ATTO QUARTO

SCENA UNDICESIMA   Friport, poi Miledi Alton

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA UNDICESIMA

 

Friport, poi Miledi Alton

 

FRIP. È originale. Non può vedere nessuno. (va prendendo il suo caffè)

MIL. (Credo sia questi il signor Friport. Ai segni che mi hanno dati son quasi certa di non ingannarmi. Vo' sapere da lui chi sia l'incognita ch'egli protegge).

FRIP. (Scommetto che in tutta Londra non si il caffè sì ben fatto). (senza badare a Miledi)

MIL. Signore. (a Friport)

FRIP. (Si cava un poco il cappello senza alzarsi, e beve)

MIL. Voi non mi conoscete.

FRIP. Non mi pare.

MIL. Io sono miledi Alton.

FRIP. Miledi. (s'alza un poco, la saluta, e torna a sedere)

MIL. Siete voi il signor Friport?

FRIP. Per obbedirvi. (senza muoversi)

MIL. Ho desiderio di parlare con voi.

FRIP. (Già prevedo cosa vorrà: danari in prestito. sarà una di quelle che spendono più di quello che possono).

MIL. (Questi uomini ricchi non rispettano la nobiltà). Posso parlarvi, signore?

FRIP. Perché no? (seguendo il fatto suo)

MIL. Vi veggio occupato.

FRIP. Se vi piace, vi farò servire. (offerendole il caffè)

MIL. No, non m'occorre.

FRIP. Lasciate dunque che mi serva io. (beve)

MIL. Ehi! (chiama, e viene un Servitore) Da sedere. (il Servitore le da sedere, e parte) Signor Friport, vorrei che mi faceste un piacere.

FRIP. Ch'io possa.

MIL. Vorrei che mi faceste la finezza di dirmi chi sia colei che abita in quelle stanze.

FRIP. Io non la conosco. ma non credo che le si debba dire colei.

MIL. È qualche dama di condizione?

FRIP. Io non la conosco.

MIL. Non la conoscete? (burlandosi)

FRIP. Io non la conosco, in parola d'onore.

MIL. Eppure io so che la conoscete.

FRIP. Oh bella! Quando vi dico in parola d'onore... Sapete voi che cosa vuol dire in parola d'onore?

MIL. Non avete voi sborsato per cauzione di lei cinquecento ghinee?

FRIP. Sì, ne avrei sborsate anche mille.

MIL. E dite di non conoscerla?

FRIP. Non la conosco.

MIL. Sarete dunque invaghito delle sue bellezze.

FRIP. Io? V'ingannate. non ci penso nemmeno.

MIL. E si fa uno sborso di tal natura senza conoscere la persona, e senza esserne innamorato?

FRIP. E tutto quello che si fa a questo mondo, si ha da fare per interesse? È bandita la carità, la compassione, la provvidenza? (alterato)

MIL. Compatitemi. Io non vi credo.

FRIP. Se non volete credere, non so che farci. Lasciatemi prendere il mio caffè, e son contento.

MIL. Se non volete dirmi chi sia colei, sarete obbligato a dirlo a chi avrà la forza e l'autorità di costringervi.

FRIP. Il mio caffè. Miledi. (con impazienza)

MIL. Il vostro silenzio vi fa essere a parte di quei sospetti...

FRIP. (Ho capito. Andrò a terminare di prenderlo col mio camerata). (prende tazze, coccoma ecc. e s'incammina)

MIL. Che maniera è la vostra? (s'alza)

FRIP. Miledi. (la saluta, e parte colle suddette cose)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License