Carlo Goldoni
La scuola di ballo

ATTO QUINTO

SCENA QUINTA   Rosalba, Filippino, Carlino e detti.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUINTA

 

Rosalba, Filippino, Carlino e detti.

 

RIG.

Sempre tardi venite, ed io mi adatto

Al piacere comun; ma vorre' poi

Che voi di me non vi abusaste affatto.

Pensi ognuno a far bene i dover suoi.

(Giuseppina cogli altri non si vede?). (da sé)

Vo' a pigliare il violino, e son da voi. (via)

CARL.

(Rosina, il nostro affar pronta richiede

Risoluzione). (piano a Rosina, e siede)

ROS.

(Io non mi ritiro;

Ma mia madre dov'è, che non si vede) (a Carlino, e siede)

ROSAL.

(Ma queste nozze stabilir sospiro). (a Filippino)

FILIP.

(Troverassi il notaro, e i testimoni). (a Rosalba)

ROSAL.

(Per lo soverchio differir m'adiro). (tutti siedono)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License