Carlo Goldoni
La scuola moderna

ATTO PRIMO

SCENA SECONDA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SECONDA

 

Belfiore, Drusilla, Leonora e le Ragazze.

 

BELF.

Cara Drusilla mia,

Potreste mandar via quelle figliole;

V'ho da dir a quattro occhi due parole.

DRUS.

Volentieri vi servo. Oh via, ragazze,

Basta così per ora;

Sempre non si lavora;

Care, andate frattanto (le Ragazze partono)

Qualche ristoro a prendere col canto.

Ah Leonora, che fate?

Così via ve ne andate

Senza baciar la mano al signor padre?

Che bella educazion! causa la madre.

Meglio, meglio per voi, ch'ella sia morta.

Io ben vi educherò. (Se vien l'amico,

Tenetelo celato).

BELF.

(Oh che donna da ben! sono incantato!)

LEON.

Signor padre, temevo

D'esser troppo importuna, e a tal motivo

Io venir non ardivo... (gli bacia la mano)

Ma per altro v'accerto

Che ormai son fatta destra

Sotto l'abilità di tal maestra.

BELF.

Così credo ancor io. Figlia, obbedisci

Ogni di lei precetto.

Ti giuro e ti prometto

Che, facendo così, t'acquisterai

La mia predilezione.

LEON.

Vado dunque a eseguir la sua lezione. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License