Carlo Goldoni
La scuola moderna

ATTO SECONDO

SCENA SESTA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SESTA

 

Lauretta e Ninetta

 

LAUR.

Sorella, che volete che facciamo?

NIN.

È meglio che cantiamo.

LAUR.

E che cosa cantar?

NIN.

Qualche duetto.

LAUR.

Senza compagnatura?

NIN.

E cosa importa?

Noi siam ragazze alfine,

E vi sarà qualche virtuosa vecchia

Che mostra di saperne, e canta a orecchia.

LAUR.

Dunque a orecchia cantiamo.

Chi ci sente, lo sa; non ne sappiamo.

 

a due

Spietato, oh Dio! non tanto rigor.

Oh Dio! che pena, che rio dolor!

Non v'è più crudele, crudele, di te;

Non v'è più fedele, più fido di me.

Va tra l'ircane belve, barbaro traditor;

Va tra le crude belve, esercita il tuo rigor.

Intanto io vado, io vado a morir. (partono)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License