Carlo Goldoni
La scuola moderna

ATTO SECONDO

SCENA SETTIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SETTIMA

 

Camera in casa di Doralba.

 

Rosmira, Doralba, e poi Ergasto

 

DOR.

Al certo dunque ricusar volete

Belfior per vostro sposo?

ROSM.

Sempre farò così.

DOR.

Se lo perdete,

Lieta nel suo dolor voi non sarete.

ROSM.

Esercitate meco

La vostra crudeltà; non mi spaventa.

Mi chiuderò dentro un romito albergo,

Abbraccierò la morte,

Pria che prender Belfiore per consorte.

Dove sei, madre mia?

Se tu vedessi come

Si tratta la tua figlia abbandonata!

ERG.

Vengo, o Doralba... Ma perché Rosmira

Versa pianto, e sospira?

DOR.

Già sposa di Belfiore,

Piange solo perché lasciar mi deve.

ROSM.

Anzi...

DOR.

Non più.

ERG.

Rosmira,

Consolatevi pur.

ROSM.

Ch'io mi consoli?

Come farlo poss'io,

Se perdo...?

DOR.

Or via, partite,

E tanta debolezza nascondete.

ROSM.

Partirò, ma contenta non sarete. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License