Carlo Goldoni
Le smanie per la villeggiatura

ATTO SECONDO

Scena Quarta. Ferdinando, da viaggio, e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Quarta. Ferdinando, da viaggio, e detti

 

FERDINANDO: Eccomi qui, eccomi lesto, eccomi preparato pel viaggio.

VITTORIA: Oh! sì, avete fatto bene ad anticipare.

LEONARDO: Caro amico, mi dispiace infinitamente, ma sappiate che per un mio premuroso affare, per oggi non parto più.

FERDINANDO: Oh, cospetto di bacco! Quando partirete? Domani?

LEONARDO: Non so, può essere che differisca, per qualche giorno, e può anche essere, che per quest'anno i miei interessi m'impediscano di villeggiare.

FERDINANDO: (Povero diavolo! Sarà per mancanza di calor naturale).

VITTORIA: (Quando ci penso, per altro, mi vengono i sudori freddi).

LEONARDO: Voi potrete andare col conte Anselmo.

FERDINANDO: Eh! a me non mancano villeggiature. Il conte Anselmo l'ho licenziato; fo il mio conto, che andrò col signor Filippo, e colla signora Giacinta.

VITTORIA: Oh! la signora Giacinta per quest'anno potrebbe anch'ella morir colla voglia in corpo.

FERDINANDO: Io vengo di in questo punto, e ho veduto che sono in ordine per partire, ed ho sentito che hanno mandato a ordinare i cavalli per ventun'ora.

VITTORIA: Sente, signor Leonardo?

LEONARDO: (Il signor Fulgenzio non avrà ancora parlato al signor Filippo).

FERDINANDO: Eh, in quella casa non tremano. Il signor Filippo si tratta da gran signore, e non ha impicci in Livorno, che gl'impediscano la sua magnifica villeggiatura.

VITTORIA: Sente, signor Leonardo?

LEONARDO: Sento, sento, ed ho sentito, ed ho sofferto abbastanza. Mi è noto il vostro stile satirico. In casa mia, in città e fuori, siete stato più volte, e non siete morto di fame; e se non vado in villa, ho i miei motivi per non andarvi, e non ho da render conto di me a nessuno. Andate da chi vi pare, e non vi prendete più l'incomodo di venir da me. (Scrocchi insolenti, mormoratori indiscreti!). (Parte.)


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License