Carlo Goldoni
Lo speziale

ATTO TERZO

SCENA ULTIMA   Volpino e detti.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA ULTIMA

 

Volpino e detti.

 

VOLP.

Grilletta non trovara... Oh, stara qua.

 

SEM.

Stara qua, stara qua, star maritata.

 

VOLP.

Con chi?

 

SEM.

Con quel bel Turco si è sposata.

 

VOLP.

Chi stara ti?

 

MENG.

Ti, chi star?

 

VOLP.

(Maledetto!

Mengon me l'ha ficcata). (da sé)

Pien di rabbia e di sdegno, io resto un cavolo,

E tai baffi e vestiti mando al diavolo. (levando li baffi si scopre)

 

 

MENG.

Signor Sempronio,

Il matrimonio

Si è fatto qua.

Costantinupola

Più non si va. (si scopre)

 

LUC.

La vostra figlia

È già sposata.

Al padre ingrata

Mai non sarà.

 

ALB.

} a due

Se colla vostra mano

Ci avete voi sposate,

Saremo consolate,

Più non si penerà.

GRI.

VOLP.

Ed io che tanto ho fatto

Per acquistar Grilletta!

Quel razza maledetta

In vece mia l'avrà?

 

SEM.

Bricconi quanti siete,

Ficcata me l'avete;

Levatevi dagli occhi...

Andate via di qua.

 

MENG.

} a quattro

Contento il nostro core

Per un sì dolce amore

Mai più non penerà.

GRI.

LUC.

ALB.

SEM.

} a due

Contenti siete voi,

E intanto ognun di noi

Contarsela potrà.

VOLP.

TUTTI

Amore c'ingegna;

Sa l'arte e l'insegna.

Ma s'uno è più scaltro,

Soffrire quell'altro,

Tacere dovrà.

 

 

Fine del Dramma.

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License