Carlo Goldoni
La sposa persiana

ATTO PRIMO

Scena Quarta. Ircana sola

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Quarta. Ircana sola

 

Nulla intentato io voglio lasciar per un tal bene,

Per l’unico fra’ beni, che a noi sperar conviene.

Donna fra’ Maumettani, sia schiava, o sia consorte,

Deve qual rea cattiva viver tra ferree porte;

E rendersi può solo il carcer men penoso

Dall’amor di colui, che è signor nostro, e sposo.

Ma se l’amor d’un solo si parte in più donzelle,

Essere non mi basta nel numero di quelle;

Anzi pria di vedermi con altre donne amata,

Voglio essere più tosto, o morta, o disprezzata.

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License