Carlo Goldoni
La donna stravagante

ATTO TERZO

SCENA OTTAVA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA OTTAVA

 

Il servitore e detti.

 

SER.

Signora, favorisca.

LIV.

Che vuoi?

CEC.

(Abbi giudizio). (piano al Servitore)

SER.

Perché?

CEC.

(Perché ti vedo la testa in precipizio).

LIV.

Si può saper che cerchi?

SER.

Con vostra permissione,

Cerco di donna Rosa.

LIV.

Chi la vuole?

SER.

Il padrone.

LIV.

Si sa perché?

CEC.

(Se il sai, dillo pria di sdegnarla). (al Servitore)

SER.

Credo, per quel che intesi, ch'ei voglia maritarla.

LIV.

Maritar la germana? come lo sai? favella. (s'alza)

SER.

Sentii parlar con uno...

LIV.

Con un? come s'appella? (al Servitore)

CEC.

(Oh, stai fresco). (al Servitore)

SER.

Perdoni, non so più di così.

LIV.

Pria di me la germana?

SER.

Appunto. eccola qui.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License