Carlo Goldoni
La donna stravagante

ATTO QUINTO

SCENA DICIOTTESIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DICIOTTESIMA

 

Cecchino e detti.

 

CEC.

Signor, se non venite, la dama è mezza morta,

Scese le scale in fretta, s'avvia verso la porta.

Giura, quando da lei l'amante suo non vada,

Venir pubblicamente a far la scena in strada.

RIN.

Dille che del decoro più dell'amor le caglia:

L'onor, la convenienza, alla passion prevaglia.

RIN.

Dille che del decoro più dell'amor le caglia.

L'onor, la convenienza, alla passion prevaglia.

 

 

 

CEC.

È inutile ch'io parli, anzi sarebbe questo

Un stimolo per farla risolvere più presto.

 

 

 

RIN.

Stelle, che far degg'io?

 

 

 

CEC.

Vi domando perdono;

È ver che son ragazzo, che giovane ancor sono,

Ma pure ardisco prendermi, signore, un ardimento

Dandovi in caso tale un mio suggerimento.

 

 

 

RIN.

Parla, amato Cecchino: ah, se possibil fia,

L'onor non si cimenti della parola mia.

RIN.

Parla, amato Cecchino. ah, se possibil fia,

L'onor non si cimenti della parola mia.

 

 

 

CEC.

Al palazzo contigua la casa è di un staffiere,

Che quando è regalato, disposto è a far piacere.

Comunica di dentro per il cortil l'entrata:

Colà, per dirvi tutto, la dama è ritirata.

Parmi che si possa salvar ogni riguardo.

CEC.

Al palazzo contigua la casa è di un staffiere,

Che quando è regalato, disposto è a far piacere.

Comunica di dentro per il cortil l'entrata.

Colà, per dirvi tutto, la dama è ritirata.

Parmi che si possa salvar ogni riguardo.

 

 

 

RIN.

È ver, di mia parola non manco a don Riccardo:

Soccorrisi la dama che d'uopo ha di consiglio.

Mostrami tu la via.

RIN.

È ver, di mia parola non manco a don Riccardo.

Soccorrisi la dama che d'uopo ha di consiglio.

Mostrami tu la via.

 

 

 

CEC.

Venga con me.

 

 

 

RIN.

Sì, figlio. (entrano per una porta contigua al palazzo)

 

 

 

PRO.

Son curioso d'intendere... entriam per altra parte.

 

 

 

MED.

Sì, se sarem veduti, ci sottrarrem con arte. (entrano per la porta solita del palazzo)

 

 

 

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License