Carlo Goldoni
Il teatro comico

ATTO SECONDO

Scena Tredicesima. Vittoria e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Tredicesima. Vittoria e detti

 

VITTORIA Signor Orazio, è arrivata alla porta una forestiera piena di ricciolini, tutta brio, col tabarrino, col cappellino, e domanda del capo di compagnia.

ORAZIO Venga avanti.

LELIO Non sarebbe meglio riceverla dopo desinare?

ORAZIO Sentiamo cosa vuole.

VITTORIA Ora la faccio passare.

ORAZIO Mandiamo un servitore.

VITTORIA Eh io fo la serva da burla, la farò anche davvero.

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License