Carlo Goldoni
Gli uccellatori

ATTO SECONDO

SCENA SEDICESIMA   Camera con tavolino e sedie.   Roccolina, vestita da Giudice

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SEDICESIMA

 

Camera con tavolino e sedie.

 

Roccolina, vestita da Giudice.

 

ROCC.

La signora Contessa

Mi diè l’autorità di giudicare;

Ed io, per profittare

Della sua permissione,

Prevalere mi vuò d’una finzione.

È ver ch’ella vorrebbe

Che Cecco fosse suo per mia sentenza,

Ma se resta gabbata avrà pazienza.

Olà, siano condotti (a un Servitore )

I tre rei processati al mio cospetto.

L’arrivo lor nell’altra stanza aspetto. (parte, e il Servo ancora)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License