Carlo Goldoni
La vedova scaltra

ATTO TERZO

Scena Ventunesima. Rosaura e dette

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Ventunesima. Rosaura e dette

 

Ros. Sorella, siete sollecita a prender posto.

Ele. Per l'appunto venivo ora da voi.

Ros. Sentite se mi riesce, stasera voglio stabilire il mio nuovo accasamento; e voi che farete senza di me?

Ele. Spero che non partirete di questa casa senza avere stabilito anche il mio.

Ros. Volete il signor Pantalone?

Ele. Il cielo me ne liberi.

Ros. Dunque, che posso fare?

Mar. Diamine! Che in tanta gente non vi sia uno sposo per lei?

Ros. Che! Si fa un matrimonio come una partita a tressette? Ecco gente.

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License