Carlo Goldoni
La vedova scaltra

ATTO TERZO

Scena Ventiduesima. Il Conte e dette

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Ventiduesima. Il Conte e dette

 

Con. Eccomi, o signora, a ricever l'onore delle vostre grazie.

Ros. Sono io l'onorata, se vi degnate di favorirmi.

Mar. (Il signor Conte geloso è venuto il primo.)

Ros. Sedete. (Rosaura siede appresso il Conte, ed Eleonora in altra parte)

Con. Obbedisco. Signora, vi ringrazio delle cortesi espressioni della vostra lettera.

Ros. Assicuratevi che sono dettate dal cuore.

Mar. (Egli se l'ha tirata da vicino per non la perdere.)

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License