Carlo Goldoni
La vendemmia

PARTE PRIMA

SCENA SESTA   Rosina, poi Ippolito

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SESTA

 

Rosina, poi Ippolito

 

ROS.

Oh vedete che aria!

IPP.

Rosina, cosa avete?

ROS.

Niente, niente.

IPP.

Siete meco sdegnata?

ROS.

Sono mortificata.

IPP.

Perché?

ROS.

Perché Cecchina...

Basta, non vuò parlare...

IPP.

Cosa potete dir?

ROS.

Quella fraschetta

Vi fa la graziosetta, e so di certo

Che fa all'amor segretamente a Berto.

IPP.

Oh questo non lo credo.

ROS.

Non lo credete? Or ben, presto vedrete

Che tutt'oro non è quel che riluce.

IPP.

Lo credo sì, ma dite:

Voi non fate all'amor, Rosina mia?

ROS.

Non mi passa nemmen per fantasia.

IPP.

Ma un tantin d'amicizia...

ROS.

Ih che dite, signor? non ho malizia.

 

Son fanciulla tenerella,

Semplicetta, innocentina,

E malizia in me non v'è.

Ma un certo non so che

Mi pizzica, mi stuzzica,

E fa balzarmi il cor.

Toccate, sentite,

Che salti che fa.

Ah caro, che gusto,

Che gioia mi . (parte)

 

IPP.

Oh quanto mai gustose

Son queste villanelle;

Costei non mi dispiace, ma Cecchina

Veramente è carina, e per lei sento

Che amor mi fa provar qualche tormento. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License