Carlo Goldoni
L'incognita

ATTO PRIMO

SCENA NONA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

Strada comune.

 

Lelio e Brighella

 

LEL. Sì, lo giuro al cielo, o trovami tu Rosaura, o la tua vita la pagherà.

BRIGH. Ma come oio da far a trovarla?

LEL. Ella non può essere lungi da noi. Fuori di questa terra non può essere andata. Cercala, trovala e pensaci tu.

BRIGH. No disela che ghera un calesse preparado per condurla via? La sarà andada via.

LEL. In quel calesse non sarà andata via certamente. Il vetturino ha da pensare a guarire dai colpi del mio bastone, ed i cavalli non cammineran con tre gambe.

BRIGH. L’ha bastonà el vetturin?

LEL. Sì, e lo stesso farò di te.

BRIGH. L’ha taià una gamba ai cavalli?

LEL. Una a te ne taglierò, se non mi trovi Rosaura.

BRIGH. Caro sior padron, i cavalli con tre gambe i pol camminar; ma mi con una sarà difficile.

LEL. Non è tempo di facezie. Cerca Rosaura, e in qualunque luogo ella sia, assicurati che la saprò involare, a dispetto di tutto il mondo.

BRIGH. Mi farò tutte le diligenze per saverlo, e subito che so qualche cosa, l’avviserò.

LEL. Non vi è stata cosa da me voluta, che ottenuta non l’abbia.

BRIGH. La supplico in grazia: la m’ha dito che i s’ha battudo co sior conte; com’èla andada a fenir?

LEL. È venuto mio padre e gli ha salvato la vita.

BRIGH. Povero sior Pantalon!

LEL. Ma che non torni; ma che non torni mio padre in un caso simile. Giuro al cielo! Venirsi a esporre in difesa d’un mio nemico, quando ho la spada in mano? Mio padre ha poca prudenza.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License