Carlo Goldoni
L'amore artigiano

ATTO PRIMO

SCENA TREDICESIMA   Fabrizio, poi Rosina colla Scolara.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA TREDICESIMA

 

Fabrizio, poi Rosina colla Scolara.

 

FABR.

Eh, capisco benissimo

Ch'ella è accesa di me; ma non per questo

Io voglio intisichirmi.

Sarà quel che sarà, vo' divertirmi.

ROS.

Posso venir?

FABR.

Rosina?

Venite pur, carina.

ROS.

In anticamera

Non ritrovai nessuno.

Chiamo, richiamo, e non risponde alcuno.

La padrona dov'è?

FABR.

Colla cuffiara

Sta nel suo gabinetto.

ROS.

Con Angiolina?

FABR.

Sì, con essa appunto.

ROS.

Son venuta in mal punto.

Con lei riscontrarmi ora non vuò.

FABR.

Aspettate qui dunque.

ROS.

Aspetterò.

FABR.

Vi terrò compagnia, se l'aggradite.

ROS.

Fabrizio, cosa dite?

Voi mi fate piacer.

FABR.

Cara Rosina,

Siete tanto gentil, che chi vi mira

Voi fate innamorar.

ROS.

Va via, ragazza,

Va di in anticamera,

E ch'io ti chiami aspetta. (la Ragazza vuol partire)

(Ehi, ascolta, Lisetta:

Se mio padre, o Giannino, o qualcun altro

Ti viene a domandar con chi ho parlato,

Non lo dire a nessun del cameriere.

Va via: va in anticamera a sedere). (piano alla Scolara che parte)

(Io mi vo' divertire un pocolino.

Guai a me, se vedesse il mio Giannino). (da sé)

FABR.

Chi vi accomoda il capo?

ROS.

Oh, da me sola.

Son povera figliuola;

Io non posso pagare il parrucchiere.

FABR.

Ben; se avete piacere

D'essere accomodata,

Verrovvi io stesso ad acconciar la testa.

ROS.

Oh sì sì, qualche festa,

Ma in casa ho soggezione. Da un'amica

Anderò ad aspettarvi,

E verrà la scolara ad avvisarvi.

FABR.

Giacché siamo qui soli,

Volete che vi accomodi il tuppè?

ROS.

Sì sì, quel che volete:

Mi farete piacer.

FABR.

Dunque sedete.

(prende una sedia e la a Rosina, ed ella siede)

ROS.

(Che dirà l'Angiolina

Se mi vede col capo accomodato?) (da sé)

FABR.

Sono ben fortunato

Stamane, in verità. (accomodandole col pettine il tuppè)

ROS.

Tutta vostra bontà.

FABR.

Che bel piacere

Accrescere le grazie a un sì bel viso!

ROS.

Oh, cosa dite mai?

FABR.

Che bella testa!

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License