Carlo Goldoni
L'incognita

ATTO TERZO

SCENA DICIANNOVESIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DICIANNOVESIMA

 

Ottavio ed i suddetti.

 

OTT. Dove non è chi riceva le ambasciate, si passa per necessità. Signor Pantalone, di voi veniva in traccia. Trovai la prima porta chiusa e difesa, e Colombina mi facilitò per altra parte l’accesso.

LEL. (Diavolo, portati Colombina. Ci mancava costui). (da sé)

PANT. Cossa me comanda el sior Ottavio?

OTT. Un uffiziale di Sua Maestà desidera con voi parlare. Egli è mio amico, ed io l’ho accompagnato alla vostra casa.

LEL. Non introducete uffiziali. (a Pantalone)

OTT. Eccolo. Passate, signor tenente, passate.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License