Carlo Goldoni
I puntigli domestici

ATTO PRIMO

SCENA TERZA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA TERZA

 

Il conte Ottavio ed il conte Lelio

 

OTT. Mia cognata se ne vuol prendere più di quel che conviene. Stia ne' termini, se non vuole che si rompa.

LEL. Son servo, signore zio.

OTT. Buon giorno, nipote.

LEL. Sono a domandarvi un piacere, per parte di mia madre.

OTT. In che cosa la posso servire?

LEL. Desidera che licenziate Brighella.

OTT. Che cosa le ha egli fatto?

LEL. Le ha perduto il rispetto.

OTT. In qual maniera?

LEL. Lo ha mandato a chiamare, e non ha voluto muoversi per servirla.

OTT. Era impiegato per me.

LEL. Rapava del tabacco. Faceva veramente una gran cosa!

OTT. Faceva quello che io gli aveva ordinato di fare.

LEL. Già il signore zio ha sempre fatto più conto dei suoi servitori che de' suoi parenti.

OTT. Io ho sempre fatto conto della giustizia.

LEL. Questa giustizia tutti credono di conoscerla, ma pochi la conoscono.

OTT. Voi la conoscete meno degli altri.

LEL. Mia madre ha da essere rispettata.

OTT. Niuno le perde il rispetto.

LEL. E ha da essere obbedita.

OTT. Sì, dalla sua servitù.

LEL. I servitori di questa casa mangiano tutti ad una tavola e per questa stessa ragione...

OTT. Io li pago.

LEL. Non li pagate del vostro.

OTT. Non li pago del mio?

LEL. No, signore. Vi è la mia parte, vi è la dote di mia madre e quella di mia sorella.

OTT. Voi non sapete che cosa vi dite.

LEL. È vero: non so nulla; ma da qui innanzi i fatti miei li vorrò sapere ancora io.

OTT. Sciocco!

LEL. Signore zio, non sono un ragazzo.

OTT. Temerario!

LEL. La discorreremo. (Lite, divisione, risarcimento. Me l'ha detto il dottor Balanzoni. Così non si può vivere. Egli è un buon procuratore; mi assisterà). (da sé, parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License