Carlo Goldoni
I puntigli domestici

ATTO SECONDO

SCENA SETTIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SETTIMA

 

Florindo e detti.

 

PANT. Sior marchese, ghe son servitor... Me consolo.

FLOR. Schiavo suo. (bruscamente)

PANT. (Cossa gh'alo?) (da sé)

OTT. Marchesino, siete sollecito.

FLOR. Ho piacere d'avervi ritrovato.

OTT. Che cosa avete da comandarmi?

FLOR. Siccome non mi son servito di terza persona per chiedervi la signora Rosaura, così vengo io stesso a protestarvi, che se mi si mancherà di parola, saprò farmene render conto.

OTT. Che linguaggio è questo? Intendesi mancar di parola dandovi questa sera la sposa?

FLOR. Vostra cognata non parla come parlate voi.

OTT. Che dice ella?

FLOR. Che la contessina non sarà mia, ch'ella altrui l'ha promessa, e che non vale il nostro posteriore contratto.

PANT. (Adesso stemo freschi). (da sé)

OTT. Ah, mia cognata è una pazza! Pretende ella vendicarsi meco, opponendosi a queste nozze da me a voi promesse, e con voi stabilite.

FLOR. Voi siete cavaliere, tocca a voi a farmi render ragione.

OTT. Sì, ve lo prometto. O Rosaura sarà vostra sposa, o darò un esempio, che sarà degno di me.

PANT. (Strepiti, precepizi, cosse grande!) (da sé)

OTT. Vedete, signor Pantalone? Sono ben fondate le vostre speranze di un facile accomodamento? Mia cognata ha della stima per me?

PANT. No so cossa dir; me par ancora impussibile...

FLOR. Mettereste in dubbio quello che io dico? Mi maraviglio di voi.

PANT. No digo in contrario, sior marchese, sarà vero tutto; ma delle volte se pol equivocar.

FLOR. Ella mi ha detto chiaramente...

PANT. Se contentela d'aspettar un momento, tanto che vaga a parlar mi co siora Beatrice?

OTT. Sì, andate. Raccogliete i suoi sentimenti, e ditele per parte mia, che se non avrà giudizio, perderò io la prudenza; ditele che non guarderò di precipitare me stesso, per rovinar lei e tutti quelli che le aderiscono.

PANT. La lassa far a mi. So cossa che gh'ho da far. Torno subito. (Oh se podesse giustar anca questa! Ma la vedo difficile). (da sé, parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License