Carlo Goldoni
I puntigli domestici

ATTO TERZO

SCENA DICIOTTESIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DICIOTTESIMA

 

Pantalone e un Servo con lumi, e detti.

 

Ottavio e Beatrice si avanzano per sorprendere i servi; ma vedendosi fra di loro, per non aver occasione di parlare insieme, fanno de' passi indietro. Brighella e Corallina ammutiscono.

 

PANT. Bravi, siori, bravi! V'avè scoverto da vostra posta. I padroni ha sentìo tutto, e aspetteve la bona man.

BRIGH. Sia maledetto quando ho parlà! (parte)

OTT. Scellerato! me la pagherai.

COR. (Ecco qui; la prima volta che ho detto la verità, mi ha pregiudicato). (da sé, parte)

BEAT. Indegna! aspettami.

PANT. Furbazzi! L'ho sempre dito, che costori giera causa de tutto. Xe un pezzo che ghe fazzo la ronda. I ho chiappai da galantomo. Ma tolè: i padroni, illuminai della verità, in vece de rimproverar quei baroni, i se retira, e per pontiglio no i parla. Mo quando finirali sti maledetti pontigli?

OTT. Signor Pantalone, sono fuori di me stesso.

PANT. Anzi la doveria consolarse. L'ha sentìo in fatto quel che mi tante volte gh'ho dito. Sta zentildonna xe de bone viscere, no la xe capace de perder el respetto a nessun, e molto meno a un cugnà de sta sorte, al qual tutta la casa ghe protesta infinite obbligazion.

OTT. Sa il cielo il buon cuore che io ho per tutti. Amo questa famiglia come se fosse mia propria, e mi rincresce di non esser corrisposto.

PANT. Sentela, siora Contessa?

BEAT. Io non sono una donna irragionevole. Conosco il merito, e so esser grata. Ma se mi sento poi strapazzare...

PANT. Ala sentìo chi l'ha strapazzada? I servitori.

BEAT. Perfidi! anderanno impuniti?

OTT. No certamente. Va subito (al Servitore) dal bargello, e di' che per ordine mio si catturino Corallina e Brighella.

SERV. (Maledetti! l'ho caro. Parevano essi i padroni di questa casa). (da sé, parte)

BEAT. Sicché dunque quanto prima ci converrà andar via di questo palazzo.

OTT. Ciò non succederà, se non proseguisce la lite che mi è stata mossa.

PANT. Che lite? che andar via? Xe giustà tutto; xe fenìo tutto. Pase, pase. Sia benedetta la pase.

OTT. E il matrimonio della contessina si concluderà?

BEAT. Io non ho niente in contrario.

OTT. Quando è così, signora...

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License