Carlo Goldoni
Il padre di famiglia

ATTO PRIMO

SCENA UNDICESIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA UNDICESIMA

 

Lelio e detti.

 

LEL. Buon pro faccia al signor fratello. Mi rallegro che si diverta colla cameriera; e la rispettabile signora madre lo comporta.

BEAT. Come ci entrate voi? Che cosa venite a fare nelle mie camere?

LEL. Sono venuto a vedere se il signor fratello vuole uscir di casa.

BEAT. Mio figlio non ha da venir con voi. Siete troppo scandaloso; non voglio ch'egli impari i vostri vizi.

LEL. Imparerò io le virtù di lui. Che bella lezione di moralità è questa? Per mano della cameriera!

BEAT. A voi non si rendono questi conti.

LEL. Fo per imparare.

BEAT. Andate via di qua...

LEL. Questa è camera di mio padre, e ci posso stare ancor io.

BEAT. Questa è camera mia, e non vi ci voglio.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License