Carlo Goldoni
Il padre di famiglia

ATTO PRIMO

SCENA DICIASSETTESIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DICIASSETTESIMA

 

I quattro suddetti parlano piano a due a due fra loro. Geronio si avanza

bel bello osservandoli, e viene nel mezzo.

 

GER. Padroni miei riveriti.

OTT. Oh! riverente m'inchino al signor Geronio. (si alza)

FLOR. Servitor suo, mio padrone. (si alza)

GER. Che cosa fanno qui, signori miei?

OTT. Avendo io avuto la fortuna di conoscere la signora Rosaura, quando era in casa della signora sua zia, ed essendo noi accostumati a far delle riflessioni su qualche buon libro, era venuto per non perder l'uso di un così bello esercizio.

GER. Si esercita egualmente anche questo signore? (verso Florindo)

FLOR. Per l'appunto.

OTT. È mio scolare.

GER. Cari signori, li supplico, abbiano la bontà di andare a esercitarsi in qualche altro luogo!

FLOR. Io sono scolare del signor Ottavio.

OTT. Sono maestro de' figliuoli del signor Pancrazio.

GER. Io dico al signor maestro che le mie figliuole non hanno bisogno delle sue lezioni, e rispondo al figlio del signor Pancrazio che in casa mia non si viene, senza che io lo sappia.

OTT. Vossignoria ha una figliuola molto prudente!

GER. Tutto effetto della sua bontà.

FLOR. Vossignoria è felice nella sua prole.

GER. Ella mi confonde colle sue cortesi parole.

OTT. Signora Rosaura, ricordatevi della lezione.

ROS. Eh, non me ne scordo.

OTT. (Sì, Sì, quelle lezioni che trattano di matrimonio, s'imprimono facilmente nel cuore d'una fanciulla). (da sé, parte)

GER. Vossignoria quando parte? (a Florindo)

FLOR. Subito; signora Eleonora, ricordatevi del capitolo.

ELEON. Sì, l'ho a memoria.

FLOR. (Credo anch'io, non se lo scorderà. In questa sorta di cose le donne e gli uomini diventano in breve tempo maestri). (da sé, parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License