Carlo Goldoni
L'impresario di Smirne

ATTO TERZO

SCENA UNDICESIMA   Fabrizio e detti, poi tutte quelle persone che da Nibio vengono nominate.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA UNDICESIMA

 

Fabrizio e detti, poi tutte quelle persone che da Nibio vengono nominate.

 

FABR. Mio signore. (ad Alì)

ALÌ E quest'altro, chi star?

NIB. Quest'è un bravo pittore da teatro, il quale farà le scene, e condurrà con lui tutti i suoi scolari e tutti i suoi operai. Venite innanzi, signori. (verso la scena)

ALÌ Quanta gente venir?

NIB. Ecco i pittori ed i lavoranti. Questi è il capo dell'illuminazione. Ecco qui il capo delle comparse con trentadue compagni, bella gente e pratica del teatro. Questi sono i tre portinari. Questi sono i due paggi da sostener la coda alle donne. Ecco un bravo suggeritore, capace di suggerire le parole e la musica. Ecco due uomini per dispensare i biglietti. Ecco quei che devono assistere ai palchetti, per dare e ricuperare le chiavi. Questi sa far da orso. Quest'altro sa far da leone. E quest'altro, forte e robusto come vedete, è destinato per batter le mani.

ALÌ Condur Smirne tutta questa canaglia?

NIB. Tutte persone necessarie.

ALÌ Mangiar impresa e impresario. Sensal maledetto. Tu voler Alì precipitar. Ma se mal riuscir, omo d'onor, tu far impalar. (parte)

NIB. Questa ci mancherebbe!

MACC. Non temete di nulla. Vi farò un libro, che incanterà la gente. E se mai succedesse quel caso orribile, che il signor Alì vi ha predetto, voi morirete glorioso, ed io vi farò l'epitaffio in versi. (parte)

NIB. Non bado alle sue sciocchezze; penso al pericolo a cui mi espongo. Ma non voglio per questo tralasciar di tentare la mia fortuna. Questo è il mio mestiere; lo faccio come so e come posso. Faccio come fan gli altri, e in caso di disgrazia, farò quello che fanno tanti altri; procurerò di stare alla cassetta, e al primo buon vento, m'imbarcherò per Italia. (parte)


 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License