Carlo Goldoni
L'impresario di Smirne

ATTO QUINTO

SCENA SESTA   Nibio con una quantità di persone inservienti al teatro, e detti.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SESTA

 

Nibio con una quantità di persone inservienti al teatro, e detti.

 

NIB. Eccoci qui tutti uniti.

MACC. Signor Nibio, quattrini.

CARL. Il mio quartale? (a Nibio)

TOGN. Danari, padron mio. (a Nibio)

ANN. I danari che mi avete promessi. (a Nibio)

LUCR. Vi ho aspettato invano. Dove sono i quattrini? (a Nibio)

PASQUAL. Se si ha da partire, ci vogliono de' quattrini.

NIB. Ma via, non mi mangiate. Quattrini, se non me ne danno, non ne posso dare. Aspettate l'impresario e darà a tutti quel che ha promesso.

CARL. Dov'è andato costui?

NIB. Mi sono informato, mi hanno detto ch'è stato veduto col conte Lasca, e poco possono star a ritornare.

LUCR. Ma che diancine faranno? Dove diancine saranno andati?

NIB. Io penso che siano andati dal banchiere a pigliare il danaro.

TOGN. E aspettano a quest'ora?

CARL. Questa è un impertinenza.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License