Carlo Goldoni
La putta onorata

ATTO PRIMO

SCENA PRIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

ATTO PRIMO

 

 

 

SCENA PRIMA

 

Camera del Marchese.

 

Il marchese Ottavio in veste da camera al tavolino scrivendo

e la marchesa Beatrice in abito di gala.

 

OTT. Sì signora, v’ho inteso; lasciatemi scrivere questa lettera.

BEAT. Questa sera vi è la conversazione in casa della Contessa.

OTT. Ho piacere. Amico carissimo(scrivendo)

BEAT. Spero che verrete anche voi.

OTT. Non posso. Se non ho risposto alla vostra lettera...

BEAT. Ma a casa chi mi accompagnerà?

OTT. Manderò la gondola. Vi prego perdonarmi, perché...

BEAT. E volete ch’io torni a casa sola?

OTT. Fatevi accompagnare. Vi prego perdonarmi, perché gli affari miei...

BEAT. Ma da chi mi ho da far accompagnare?

OTT. Dal diavolo che vi porti. Gli affari miei me l’hanno impedito.

BEAT. Andate , marito mio, siete una gran bestia.

OTT. Per altro non ho mancato di servirvi...

BEAT. Con voi non posso più vivere.

OTT. E voi crepate. Ho parlato al consaputo mercante...

BEAT. Bella creanza!

OTT. E mi ha assicurato, che quanto prima...

BEAT. Quanto prima me n’andrei da questa casa.

OTT. Oh volesse il cielo! Quanto prima vi manderà la stoffa...

BEAT. Questa è una commissione di qualche dama.

OTT. Sì, signora. (scrive)

BEAT. Me ne rallegro con lei.

OTT. Ed io con lei. (scrive)

BEAT. Fareste meglio a provvederla per me quella stoffa, che ne ho bisogno.

OTT. Cara signora marchesa, favorisca d’andarsene.

BEAT. Meritereste d’aver una moglie come dico io...

OTT. Peggio di voi non la troverei mai. (scrive)

BEAT. Poter del mondo! Che potete dire di me?

OTT. Andate andate, fatemi questo servizio.

BEAT. È nota la mia prudenza...

OTT. Gnora sì. (scrive)

BEAT. Si sa la mia delicatezza.

OTT. Gnora sì. (scrive)

BEAT. Son una donna d’onore.

OTT. Gnora sì. (scrive)

BEAT. Siete un pazzo.

OTT. Gnora... no. (scrive)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License