Carlo Goldoni
Il viaggiatore ridicolo

ATTO TERZO

SCENA QUINTA   Sala.   La Marchesa ed il Cavaliere

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUINTA

 

Sala.

 

La Marchesa ed il Cavaliere

 

CAV.

Cara Marchesa, vi confesso il vero,

Sono annoiato e stanco

Di restar qui. Vi sto con mio dispetto.

Trovo solo in viaggiando il mio diletto.

MAR.

Anch'io, per verità,

Trovo che del viaggiare

Più bel piacer non c'è.

CAV.

Si starebbe pur ben tra voi e me.

MAR.

Parrebbe che il destino

Ci avesse uniti apposta

Per variar cielo e correre la posta.

CAV.

Ho un impegno; per altro

Mi esibirei, vi pregherei, madama.

MAR.

Donna Emilia, signor, molto non vi ama.

CAV.

Sia qual esser si voglia

Di donna Emilia il core,

Dee serbar la parola un uom d'onore.

MAR.

Voi sarete infelice

Con una sposa unito

Che non conosce i pregi del marito.

CAV.

Peggio sarà per lei;

Io farò i viaggi miei,

Ella resterà qui;

Starem lontani, e ci godrem così.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License