Carlo Goldoni
Le virtuose ridicole

ATTO PRIMO

SCENA TERZA   Ser Saccente solo

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA TERZA

 

Ser Saccente solo.

 

 

Grazie, o madre natura,

Del don che mi facesti.

Tu il saper m'infondesti,

E senz'aver studiato

Son divenuto un uomo letterato.

Leggo libri e volumi a precipizio,

Ma solo il frontispizio;

E quando voglio ricavar più frutto,

Leggo l'indice ancora, e imparo tutto.

 

Io sono un libro aperto,

Di tutto so parlar:

Filosofo più esperto

Non v'è nel disputar.

So dir Nego maiorem,

So dir Probo minorem,

Retorqueo, distinguo, concedo;

E a forza d'argomenti,

Io voglio aver ragion. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License