Carlo Goldoni
Le virtuose ridicole

ATTO SECONDO

SCENA OTTAVA   Ser Saccente solo

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA OTTAVA

 

Ser Saccente solo.

 

 

Ecco all'itale scene

Una nuova eroina

Che farà da matrona e da regina;

E dopo d'aver fatto

Tai caratteri in scena,

Sarà poi persuasa

Di poter sostenerli ancora in casa.

È cosa che fa ridere i capponi,

Sentir le pretensioni,

Veder le smorfie ed il pavoneggiarsi

Con cui crede la bella immortalarsi.

 

Finché suona il ritornello,

Passeggiando se ne va.

E poi canta il viso bello

La la la lara la la la.

Si bisbiglia nell'udienza,

Non s'abbada alla cadenza.

Poi si batte da chi ascolta,

E si grida: «Un'altra volta».

Sia per spasso, sia per chiasso,

Vien fastosa a replicar. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License