Carlo Goldoni
L'amore artigiano

ATTO TERZO

SCENA OTTAVA   Madama Costanza e detti.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA OTTAVA

 

Madama Costanza e detti.

 

COST.

Che fate qui?

ROS.

Or salivo le scale,

E venivo a veder che mi comanda.

COST.

E si viene da me per questa banda?

ROS.

Perdoni...

COST.

Chi è colui?

ROS.

È di mio padre

Un lavorante, e un giovane romano.

COST.

Eh fraschetta, sarà qualche mezzano.

GIAN.

Io mezzano? Di chi?

COST.    

Della Rosina,

Ch'è del mio cameriere innamorata.

ROS.

Son fanciulla onorata,

E per farle vedere

Che a torto il di lei cuore è sospettoso,

Questo giovane qui sarà mio sposo.

COST.

Dite davver?

ROS.

Non mento.

GIAN.

Così il ciel mi rendesse un contento.

COST.

Aspettate. Fabrizio! (chiama)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License