Carlo Goldoni
L'amore paterno

ATTO PRIMO

SCENA SETTIMA   Pantalone e Arlecchino

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SETTIMA

 

Pantalone e Arlecchino

 

PANT. Tolè, sior, respondèghe se gh'avè coraggio.

ARL. E cussì, tornando sul nostro proposito, quando èla de partenza, sior Pantalon?

PANT. Ma vu qua sul medesimo ton.

ARL. L'è che vorria saverlo, per esser pronto a servirlo, se el gh'ha bisogno de qualche cossa.

PANT. Ve ringrazio, caro; co averò bisogno, ve pregherò.

ARL. A proposito, ogni do zorni parte la diligenza; vorla che vada a véder se ghe xe tre boni loghi per éla?

PANT. (Mo el xe un gran tormento costù!)

ARL. Se no la vol andar colla diligenza, l'anderà col cocchio.

PANT. (Col diavolo che te porta).

ARL. Sì, sì, col cocchio se va più comodi, e se spende manco. Vado subito a servirla. Vado a fermar i posti nel cocchio.

PANT. Mo no ve digo, no v'incomodè.

ARL. Sì assolutamente. Voggio aver l'onor de servirla. Vado e torno subito per servirla. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License