Carlo Goldoni
Gli amanti timidi

ATTO SECONDO

SCENA SECONDA   Anselmo ed il suddetto.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SECONDA

 

Anselmo ed il suddetto.

 

ANS. (Oh! eccolo qui). (da sé) Cerca, chiama; ti ho poi ritrovato.

CARL. Ed io andava in traccia di vossignoria. Ebbene, signore, com'è andata la faccenda? L'avete avuto il ritratto?

ANS. Mi verrebbe voglia... Mi verrebbero di quelle voglie... (freme)

CARL. Avete ragione di essere in collera contro vostra figlia; e contro quell'imprudente del signor Roberto.

ANS. Del signor Roberto? (fremendo)

CARL. Certo; le povere figlie sono anche compatibili, ma il signor Roberto...

ANS. Il signor Roberto!

CARL. Egli merita di essere rimproverato e mandato via sul momento.

ANS. Il signor Roberto ha dato il suo ritratto a mia figlia! (a Carlotto, fremendo e dissimulando)

CARL. È un'azione indegna.

ANS. Dorotea aveva il ritratto del signor Roberto! (come sopra)

CARL. E merita anch'ella di esser corretta.

ANS. E Carlotto, servitor fedele, me n'ha avvertito! (come sopra; e va tirando fuori, ed aprendo il ritratto)

CARL. Ho fatto il mio debito, e niente più.

ANS. Giuro a Bacco Baccone! (caccia davanti agli occhi di Carlotto il ritratto di Arlecchino)

CARL. Questo è il ritratto di Arlecchino. (lo prende)

ANS. Sciocco, ignorante... Ma che dico io? Impostore bugiardo: è il ritratto del signor Roberto?

CARL. Ma il ritratto del signor Roberto...

ANS. Ma il malan che ti colga.

CARL. Chi l'aveva questo ritratto?

ANS. Chi l'aveva? Dorotea l'aveva.

CARL. Ma io ho veduto... (mortificato)

ANS. Che cosa hai veduto? (con isdegno)

CARL. In mano di Camilla...

ANS. In mano di Camilla...

CARL. Il ritratto del signor Roberto.

ANS. E che cosa c'entra Camilla con Dorotea? E perché darmi ad intendere che il ritratto era per Dorotea? E se Roberto ha donato il suo ritratto a Camilla, perché s'incolpa la mia figliuola? Perché, giuro a Bacco Baccone, perché si carica Dorotea? Falsi, bugiardi, seminatori di discordie, di zizzanie, di falsità...

CARL. Ma io, signore...

ANS. Taci , che ti fiaccherò l'ossa di bastonate. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License